BaskINterclub Eagles

BaskINterclub Dragons



Biber Mattia
Corre veloce, salta, a volte si incespica ma è alto come la Torre di Pisa ma per fortuna lui sotto canestro è bello dritto. Mattia ha un gran cuore, più di quelli che vuole studiare!
 
 
 
Biloslavo Thomas
Thomas è il nostro giocatore junior con la fame di un senior. Con i suoi occhioni azzurri corre e salta per tutto il campo con un entusiasmo e una voglia di fare coinvolgenti e siamo tutti che non vediamo l’ora di vederlo scendere in campo contro i più grandi, consci che si saprà far valere!
 
 

Birnberg Luca
Coach di infinita esperienza, ha visto tutte le categorie nazionali dal dopoguerra ad oggi. I capelli bianchi lo testimoniano… Si dice che Dan Peterson sia stato suo allievo minibasket e che debba interamente la sua carriera di successo a Binberg. Sì, perché il cognome con la R è oggettivamente impronunciabile. Con la palla, è saggio come Gandalf ma dal perimetro pericoloso come dire: “Stasera bevo solo una birretta e torno a casa…”
 
 

Bresciani Lisa
Veterana, che ha visto l’Interclub in tutte le sue salse: minibasket, giovanili ed ora pure il baskin. Lisa è pronta a partecipare ad un decathlon, anzi non più, altre corsie la aspettano nei prossimi anni, col suo grandissimo sorriso!
 
 
Busdon Gabriele
Durante i viaggi non ci fa mai mancare la sua colonna sonora cantata personalmente della Disney. Gabriele è un difensore implacabile che non si ferma davanti a nessuno, a meno che non debba tirarsi su le maniche per studiare per il liceo!
 
 

Cattonar Sisay
Sisay è timido, con il vizio di chiedere scusa troppe volte, anche quando non serve, ma amico di tutti e con il cuore enorme per voler aiutare tutti. L’obiettivo è farlo correre in campo, come quando vede arrivare Marco Varesano e gli corre incontro per salutarlo e dargli una mano!
 
 

Cehic Riccardo
Quando Riccardo parte in palleggio gli avversari si spostano come le auto appena sentono la sirena dell’ambulanza. Il nostro mancinone oltre a far canestro si mette pure dietro il tavolo a far referti, un bravo ragazzo, basta solo che stia lontano dal suo amichetto!
 
 

Cepak Valentina
Atleta dalle mille risorse, entusiasta dei suoi compagni di squadra, perché tutti sono i migliori e tanto si sa che gli altri perdono. Valentina è a suo agio nell’acqua, con le scarpe da ballo e con la palla da basket!
 
 
 

Cortivo Tommaso
Quando gli scrivi un messaggio, sai che la risposta può arrivare come le raccomandate in posta, con grandissima calma, forse perché anche lui lavorava alle poste. Tommaso ora è un vice coach, con grande cuore e con qualche piccola polemica, ma non lo cambieremmo con nessun altro!
 
 

Di Mario Daniele
I suoi avversari se li berrebbe come birrette, ogni squadra deve avere il suo giocatore polemico, e Daniele è il nostro e non potremmo farne a meno per il grande attaccamento alla maglia e alla società!
 
 
 

D’Orlando Anderson
Timido, educato, sempre col sorriso, ma quando si concentra non ce n’è per nessuno! Anderson è un giocatore in continuo miglioramento e dalle mille passioni, ad esempio il teatro, per spingersi oltre a quel canestro!
 
 
 

Ferrari Marco
L’esempio della calma e della pacatezza. Lo guardi ed è come se ti bevessi una camomilla per quanta tranquillità riesce a darti, anche se non appena entra in campo mette il turbo e parte come un’auto sportiva rossa fiammante, contornata da triple di tabella. C’è solo un capitano e Marco è il nostro!
 
 

Floccari Stefano Gianni
Grazie a lui siamo tutti curiosi di andare giù in piscina in Calabria! Un grande cuore, con la passione per le auto e come le auto ogni tanto rischia di tirar sotto gli avversari, ma per fortuna si ferma quasi sempre in tempo!
 
 
 
Gant Alessia
Se il baskin fosse uno sport di corsa, non ce ne sarebbe per nessuno, ma purtroppo bisogna anche usare le mani e per il tiro siamo work in progress ma la luce si vede in fondo alla corsia d’emergenza, anche se, sbabazzando di meno ad allenamento, Alessia sarebbe di sicuro più pronta!
 
Goia Giacomo
La nostra ciacoleta ed il vicino di casa che tutti vorrebbero, anche se purtroppo tra i mille impegni non lo vediamo spesso, ma quando c’è, è un piacere averlo in palestra. Dobbiamo allenare lo schivarsi quando gli viene passata la palla, ma già da un anno all’altro Giacomo ha tirato fuori una grandissima grinta!
 

Grison Gianluca
Il nostro pivottone Gianluca è glaciale come il mar artico, freddo come un ghiacciolo al polo nord, ma con un suo sorriso è capace di sciogliere anche il cuore più gelido!
 
 
 
 

Marcori Alice
Il tuffo di Alice dalle corsie della piscina ai campi da basket è stato breve, anche se il suo sogno è avere un cavaliero bianco come compagno di squadra, nel frattempo che lo attende, tira fuori le unghie e i denti, specialmente con il sangue del suo sangue!
 
 
 

Marcori Piero
Sarà santo perché deve gestire due sorelle o perché dice sempre il vero? A noi basta che Piero continui così, tra i suoi impegni di istruttore e futuro ingegnere, a gestire la palla meglio delle sue sorelle!
 
 
 

Marcori Sara
La Mila del baskin, temuta in tutti i campi del Friuli-Venezia Giulia, ma se si parla di un pronto soccorso ai compagni in difficoltà, Sara sicuramente è la più preparata! Il nostro ruolo 4 ha il nome che inizia con la A! Ah, no, con la S!
 
 
 

Giovanni Marsi
Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a ballare e quando si tratta di ballare, senza dubbio Giovanni è il numero uno, anche se di ruolo gioca 2. Affidare la palla a lui è come conservarla in cassaforte della zecca dello stato!
 
 

Monticolo Filippo
Tiratore da tre implacabile, e tiratore da fuori da distanze siderali. Filippo è un giocatore entusiasta e grande ultrà, elegante con il suo tandem e mortifero con il pallone in mano!
 
 
 
 

Montrone Diego
Il veterano, uno dei primi giocatori presenti dai primi allenamenti del baskin Muggia, Diego è il nostro 3 che si allena con passione, gioca con grande dedizione e che si fa in quattro per difendere su ogni cantone!
 
 
 

Murabito Martina
Martina istruisce, si allena, uispa, studia, lavora e gioca pure a baskin, sempre disponibile e con un entusiasmo coinvolgente, senza sapere come faccia ad avere sempre le batterie belle cariche!
 
 
 

Sain Marco
Genio e sregolatezza, ama pavoneggiarsi in riscaldamento pre partita in numeri funambolici, specialmente se gioca ruolo 4. Ora però siamo diventati grandi, la strada è più impegnativa, ma per quanto si impegna, siamo sicuri che Marco farà un figurone, basta scegliere bene con chi lavorare in coppia!


Torri Pietro

New entry di quest’anno e potremmo dire la nostra mascotte con un entusiasmo fuori dal comune. Si sta già allenando forte per aver un futuro pieno di canestri, un ruolo uno che per noi vale 100 e anche di più, giovane, allegro e pieno di entusiasmo e un grande tifoso durante le partite assieme al suo fratellino, lui è Pietro!

 

Varesano Marco
Perché tirare da 2, quando si può sempre tirar da 3? Marco è un giocatore che da un anno all’altro si sta allenando con grande impegno, con il supporto di mamma, papà e fratello se non è scavigliato… I suoi miglioramenti sono sotto gli occhi di tutti, anche se, la vera passione, sono i canti triestini, Viva la e po’ bon!


Bartolini Giulia
Attenti a Giulia, i passaggi lunghi sono pane per i suoi denti da portiere e fa mangiare la polvere a tutti con i suoi portaggi al pivot. Potete provare a fermarla, ma scoprirete che è ineluttabile, proprio come Thanos!
 
 
 

Bologna Federico
Il suo cognome è Bologna, ma non viene dall’Emilia Romagna. Il basket è la sua colazione, il suo pranzo e la sua cena. Salta come un grillo e si butta su ogni palla. Un Federico come il nostro lo vorrebbero tutti nella propria squadra!
 
 

Brunello Gloria
Gioca a baskin, cucina, ama i cani e la musica… ma soprattutto regala risate a compagni e avversari. A tutti serve la carica di Gloria, pronta a sfidare i tre metri e settanta che separano la sua palla dal canestro!
 
 
Circoli Alessandro
Mettetevi nei panni di un viaggiatore finito per caso in una palestra dove ad ogni canestro segnato ti promettono una birra, vi fermereste? Alessandro sì. Il tragitto che va da casa fino alla Pacco è il suo preferito, specialmente se sa di poter regalare triple alla sua squadra!
 

Colomban Patrizia
Cosa fai se ti trovi sotto di un punto negli ultimi dieci secondi e il canestro grande è troppo affollato? La soluzione è quella di guardare verso l’area pivot, dove Patrizia è pronta a ricevere il passaggio per un ultimo canestro o un ultimo portaggio. Volete vedere come va a finire? Venite a vederlo di persona!
 
D’Ambrosi Gabriella
Oh, capitano, mio capitano, tutti sopra i banchi, Gabriella chiede sguardi attenti e orecchie che ascoltano, perché spesso il particolare che fa vincere le partite si coglie in un attimo fuggente!
 
 

de Colombani Andrea
Dallo Zimbabwe con furore arriva Andrea “deCo”, il mastino difensivo che tra tutti gli sport che conosce ha deciso che il baskin è il suo preferito. Non sarà grande come i suoi amati elefanti, ma compensa il suo fisico mingherlino con la sua incredibile combattività!
 
Donaggio Paola
È l’ultima azione della partita e il punteggio è pari. La tensione è percepita sulla pelle di tutti, tranne che su quella di Paola. Occhi puntati al secondo ferro e mani impostate per il tiro. L’arbitro inizia a contare, ma arrivato a sette nessuno lo sentirà, perché sarà sovrastato dal suono della retina e dalle urla di vittoria!
 
Gruden Roberto
Nella lotta al miglior giocatore di ruolo cinque si fa strada un nuovo guerriero. Dategli la possibilità di tirare da tre e un paio di infradito e governerà il mondo: fate spazio, arriva Roberto detto “Ciccio”!
 
 

Iurkic Giorgio
Si dice che il rugby sia uno sport per bestie praticato da gentiluomini. Lo confermiamo grazie a Giorgio. Da palla ovale a palla a spicchi cambia poco, ma bisogna mettere il cuore e in questo caso il gentiluomo c’è e si sente tutto!
 
 

Longo Jonathan
Longo di cognome e di fatto, quando Jonathan è sotto canestro getta ombra su qualsiasi avversario, sia letteralmente che in senso figurato. Il canestro non ha segreti per lui, allenato a tirare in campetto contro qualsiasi condizione atmosferica! E chi lo ferma più?
 
 

Loredan Andrea
Affilarsi le unghie e mordersi le partite sono gesti praticamente istintivi per chi come Andrea dentro di sé cova un leone. La preda è alta 2.20 e si chiama “canestro”. Il re della savana è a caccia di punti e ci tiene a farvi sapere che non si prendono prigionieri!
 
 

Mattiello Andrea
Qualcuno lo chiama il Pattinatore, qualcuno La Minaccia a Quattro Occhi, ma questo perché le sue scarpe lo fanno correre per il campo alla massima velocità e i suoi occhiali lo aiutano a focalizzare il suo obiettivo: i canestri. Lui è Andrea: il nostro attaccante dal cuore grande!
 
 

Mattiello Mattias
Nel buio della notte compare un fascio di luce che dipinge qualcosa nel cielo. Non è il Bat-Segnale, ma il numero 33. Contate i secondi, perché quando Mattias viene invocato dai compagni di squadra, in un battibaleno è già in campo pronto a giocare!
 
 

Mecchia Mattia
Lo chiamano il Professore, ma non è l’americano esperto di palleggi che tutti conoscono. Quando la partita è tesa e gli schemi avversari cambiano di continuo, sta all’allenatore fare due più due e rispondere con l’arma vincente: quell’arma è Mattia, che i numeri se li mangia a colazione!
 
 

Merkuza Jacopo
Concentrazione, intraprendenza e atletismo sono gli strumenti da utilizzare per scalare la vetta del successo, e chi più di Jacopo conosce questo modo di affrontare la vita? Che la parete sia verticale e piena di appigli oppure orizzontale con quattro canestri, state pur certi che l’obiettivo sarà raggiunto!
 
 

Merkuza Sibilla
Il basket le ha donato la tecnica, l’atletica la velocità, il baskin la simpatia. La sua energia non si esaurisce mai, lo confermano i compagni e avversari. Non c’è nulla da fare: Sibilla è un’arma davvero potente!
 
 
 

Otamendiz Ángel Jesus
Vi trovate in palestra quando in lontananza sentite il suono della musica di Peso Pluma, poi a un certo punto qualcosa infrange la barriera del suono. Che cos’è quello? Un razzo? Una Ferrari? No, è il nostro Ángel, pronto a dominare la sua area davanti all’esultanza dei suoi compagni!
 
 

Prelz Anna Paola
Quando il bersaglio è lontano e poco chiaro, bisogna sapersi adattare come uno scout, trovare risposte dentro se stessi e poi metterla in pratica trovando una via. Occhio a sottovalutarla, basta perderla di vista un attimo e Anna è già arrivata a destinazione!
 
 

Prelz Chiara Laura
Da grandi poteri, derivano grandi responsabilità. Un vero leader non ti dice come fare, ma scende in campo e lo fa con te. L’alter ego di Nick Fury non ha la benda sull’occhio, gioca a baskin, allena la nostra squadra e si chiama Chiara. Dare sempre il massimo per noi è prassi, ma il modo in cui lo diamo è figlio della sua guida!
 
 

Prelz Fabrizio
C’è gente che rivive le sue vittorie nei propri sogni sin dai tempi del ricreatorio. Qualcuno lo chiama “Spritz”, qualcuno “Magic”, proprio come il famoso Johnson stella degli assist, ma per noi resta il mitico Fabrizio, giocatore e vice-coach della squadra!
 
 

Righini Alberto
Come nel mondo del modellismo, anche nel baskin sono importanti la pazienza e la ricerca del dettaglio. L’esperto nel settore è Alberto, uno dei nuovi innesti dei Dragons. Nessuno è più pronto di lui a vedere a referto segnati vicino al suo nome i primi punti della sua carriera nel baskin!
 
 

Santarossa Michela
Tanto tempo fa una donna di nome Michela giunse da Pordenone a Trieste… e guai se non fosse successo! È pronta a combattere per i suoi giocatori col coltello tra i denti e un fucile caricato a stracchino e polenta. Tutti in piedi per la nostra dirigente!
 
 

Suerzi Stefanin Giacomo
È nato sotto un cielo pieno di stelle NBA come Kobe Bryant, Marcus Smart e Rajon Rondo, ha appreso il rispetto dal mondo del judo e il giudizio da quello del motocross. Giacomo detto “Jack” è tuttofare, altruista e stratega: la ricetta perfetta del giocatore di baskin!
 
 

Turetta Gabriele
Prendete la pazienza e la strategia di un asso della dama e amalgamatele con la determinazione di chi è pronto a segnare a qualsiasi costo. Aggiungete infine un pizzico di genio delle freddure e otterrete Gabriele. Ogni avversario inizierà subito a tremare alla vista del suo ciuffo!
 
 

Venier Ludovica
Si narra che centinaia di esploratori siano stati sguinzagliati in tutta Muggia per trovare un sorriso più luminoso di quello di Ludovica. Spoiler: non ce l’hanno fatta. Chiunque voglia unirsi alla ricerca è il benvenuto, ma credeteci: è davvero un’impresa impossibile!
 
 
I nostri assistenti
C’è chi vince combattendo in campo e chi invece ha fornito a quelli che stanno combattendo tutte le armi necessarie per sfondare le linee nemiche. Allegria, sfrontatezza e determinazione non ci mancano sicuramente. Il nucleo è chiaro e formato da quattro persone: Ilenia, Sergio, Elena e Alessandro che contano tanto quanto quelli che hanno il numero sulla schiena!